Regolamento eIDAS: i trust service a 6 mesi dallo switch-off

Il regolamento dell’Unione Europea 910/2014 sull’identificazione elettronica e servizi fiduciari (c.d. eIDAS) è entrato in vigore il primo luglio 2016, innovando fortemente il mercato digitale europeo: a sei mesi da questo importante traguardo, si terrà oggi 19 dicembre 2016, a Bruxelles, un workshop in merito.

Come si può constatare dalla descrizione, le domande appaiono quasi scontate:

This workshop will present the state of play six months after the entry into force of the new rules for trust services under the eIDAS Regulation. How well have Member States managed to comply with the new rules? What about trust service providers? Are they on the right path to seize the opportunities brought by the new framework? By providing a platform for sharing experience, best practices, business cases and success stories, the workshop will be an opportunity to discuss what’s been achieved and what are the upcoming actions and challenges“.

Il Regolamento reca grandi novità in tema di documento informatico, firme elettroniche, identità digitale, trust service: non a caso, il Codice dell’Amministrazione Digitale è stato modificato dal D. Lgs. 179/2016, proprio al fine di adeguarlo alla normativa comunitaria.

Per approfondire con competenza e cognizione di causa le relative tematiche, è sempre valido l’invito ad entrare nel Gruppo LinkedIn “Digitale e Dematerializzazione“, istituito insieme all’Ing. Fabrizio Lupone a tale scopo.

Per un sunto molto snello delle modifiche apportate al Codice dell’Amministrazione Digitale, ricordo, inoltre, la recentissima pubblicazione del mio libro “Dalla carta al digitale“, edito da Maggioli.