Condizioni contrattuali e tariffe

Condizioni e tariffe: qualità e convenienza.

A seguito dell’abolizione delle tariffe professionali, ad opera del Decreto Legge n. 1/2012, il conferimento dell’incarico professionale è soggetto alla libera contrattazione tra Cliente e Legale. Pertanto, prima che lo Studio possa procedere alla trattazione dell’incarico, è necessario che il Cliente accetti e sottoscriva il Contratto d’opera professionale. Quanto al pagamento dei compensi dovuti, può essere effettuato in contanti (sino a 1000 €), con vaglia postale, assegno bancario, postale o circolare, purché emessi con clausola “non trasferibile”, con bonifico bancario o mediante PayPal.

Per le Imprese

Lo Studio offre alle Industrie uno specifico modello contrattuale di assistenza personale e personalizzata. Le operazioni di consulenza vengono concordate e generalizzate nel rapporto, mediante la presenza costante del Professionista nella vita dell’Azienda.

In tale ambito di consulenza stragiudiziale, la tariffazione è completamente tarata sulle esigenze dell’Impresa e tendenzialmente onnicomprensiva.

Attività giudiziale

In proposito, lo Studio propone tariffe convenienti e adatte al cliente, a fronte di un’offerta di qualità, grazie ad un’organizzazione improntata al contenimento dei costi, soprattutto in ragione dell’ausilio dell’informatica, di un regime fiscale agevolato e dell’applicazione dei più moderni piani di business.

A tali fini, lo Studio persegue obiettivi di chiarezza, trasparenza e correttezza verso il Cliente, per il quale si allegano i seguenti documenti informativi, affinché possa prenderne cognizione prima dell’affidamento dell’incarico e al quale ne sarà comunque consegnata copia:

1) Informativa mediazione, per conoscere la procedura di risoluzione della controversia alternativa al processo.

2) Informativa privacy, per avere contezza del trattamento dei dati del Cliente.

3) Tabella contributo unificato 2014, per conoscere l’importo della tassa di giudizio che il Cliente dovrà pagare per attivarlo, nonché i diritti di copia degli atti, laddove necessari.

Come anticipato, il compenso professionale del difensore va concordato contrattualmente col Cliente. In ogni caso, sono dovute le spese documentate, consistenti nel pagamento del contributo unificato, delle marche da bollo, delle spese di notifica, dei compensi di Consulenti Tecnici di Parte e d’Ufficio, di tutto ciò che, in sostanza è provato da documenti o fatture. Possono applicarsi diversi sistemi di tariffazione, da concordarsi sempre preventivamente con apposite spiegazioni e chiarimenti al Cliente.

Lascia un commento